Che cos’è l’agricoltura biologica e perché è sostenibile

Consumare cibi sani e inquinare meno: scopriamo che cos’è l’agricoltura biologica e quali sono i principi su cui si basa

Tra i Paesi europei l’Italia, e in particolare la sicilia, risulta essere uno dei maggiori esportatori di prodotti biologici e sono sempre di più le famiglie che decidono di portare in tavola alimenti sani grazie anche alla maggiore facilità con cui si possono acquistare frutta e verdura a domicilio.

Ma cosa si intende esattamente per “biologico”? Per capire che cos’è l’agricoltura biologica basta pensare a un sistema produttivo che si basa sul rispetto dei cicli naturali della vita. Ma non solo il rispetto delle rotazioni colturali, include anche tutti i metodi di coltivazione e allevamento che non utilizzano prodotti chimici dannosi per l’uomo e l’ambiente.

Attraverso l’agricoltura biologica si punta a migliorare e preservare il suolo nel rispetto di tutte le forme di vita vegetali e animali a sostegno della biodiversità.

Leggi anche: Consegna a domicilio frutta e verdura? 5 ragioni per scegliere Biologico

Come funziona l’agricoltura biologica

Un’azienda agricola biologica adotta un sistema che può essere definito chiuso o circolare: il bestiame allevato in modo sano e naturale produce letame che viene utilizzato per concimare il terreno che a sua volta produce cibo per l’uomo e foraggio per gli animali. In questo modo la produzione avrà un minore impatto ambientale ed il cibo sarà privo di residui tossici e ricco di nutrienti.

Noi di PaniereBio abbiamo da tempo fatto nostri questi principi produttivi e di rispetto ambientale e, infatti, attraverso il nostro e-commerce cerchiamo di far arrivare esclusivamente prodotti da agricoltura biologica nelle case di tutti gli italiani. Ancora oggi, tuttavia, esiste una gran confusione su quelli che sono i parametri che un’azienda agricola biologica debba rispettare per definirsi tale. Per questo abbiamo pensato di riassumere qui tutti i requisiti imprescindibili che ci caratterizzano (per legge):

  • Non possono essere utilizzati prodotti chimici di sintesi come fertilizzanti sintetici, insetticidi e diserbanti per concimare il terreno. Bisogna invece usare fertilizzanti naturali come il letame o compost derivanti da scarti agricoli vegetali.
  • Sono assolutamente vietati gli OMG cioè gli organismi geneticamente modificati. Verranno piantate invece specie autoctone che sono resistenti alle malattie.
  • Gli animali devono essere allevati all’aria aperta in spazi adeguati e devono essere alimentati tramite foraggio biologico senza usare antibiotici o ormoni.
  • Le colture vanno alternate periodicamente per garantire un utilizzo delle risorse efficiente senza impoverire il terreno.
Ecco le tecniche di coltivazione nell'agricoltura biologica

Tra le tecniche di coltivazione usate in agricoltura biologica ci sono:

  • Rotazione delle colture: significa che non si può coltivare la stessa pianta sullo stesso terreno per più stagioni. Secondo le linee guida del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali prima di poter tornare alla stessa coltura ci devono essere almeno due cicli di colture diverse ed una deve essere di sovescio o leguminosa. Questa alternanza garantisce una migliore fertilità del suolo e permette di prevenire la presenza di parassiti di una singola specie specifica.
  • Consociazione: alcune piante sono in grado di respingere i parassiti specifici di un’altra pianta. Coltivandole vicine si trarranno quindi benefici in modo naturale.
  • Sovescio: si interrano alcune piante come il trifoglio o la colza che aiutano ad aumentare e mantenere fertile il terreno.
  • Piantumazione siepi e alberi: in questo modo non solo si crea una barriera in grado di proteggere dall’inquinamento che arriva dall’esterno ma si ottiene un habitat ideale per insetti che sono predatori naturali di parassiti.

Rispettando questi parametri si produce in modo sostenibile tutelando anche i lavoratori, che operano così in posti più sicuri per la loro salute non essendo esposti a prodotti nocivi come i pesticidi. Anche i consumatori finali ne traggono beneficio potendo mangiare cibo sano, nato da un terreno non tossico e dall’utilizzo di acqua pulita, proprio come accade per chi acquista i prodotti che trovate nel nostro e-commerce PaniereBio che permette di acquistare frutta e verdura online e riceverla in tutta Italia.

Perché l’agricoltura biologica è sostenibile

Dopo aver analizzato che cos’è l’agricoltura biologica e come funziona non è difficile immaginare come questa sia un modello di sostenibilità ambientale e di rispetto per tutti gli organismi viventi.

Nel mondo le coltivazioni intensive, che utilizzano pesticidi e composti derivanti da sostanze come il petrolio, influiscono pesantemente sui cambiamenti climatici e sull’ambiente esaurendo le risorse naturali del pianeta, incrementando le emissioni tossiche nell’aria e distruggendo le biodiversità.

Leggi anche: Alimenti biologici quali sono? Ecco come essere sicuri di comprare un prodotto biologico

Un sistema equo e sostenibile come quello dell’agricoltura biologica, di cui noi siamo fermi sostenitori,invece preserva l’ambiente e le risorse che da questo derivano portando molti vantaggi tra cui:

  • Cibo di alta qualità e ricco di nutrienti
  • Rispetto per il ciclo di vita degli animali che crescono sani
  • Luoghi sicuri per i lavoratori agricoli
  • Rispetto per gli ecosistemi
  • Conservazione del suolo

In conclusione, l’agricoltura biologica è una scelta etica, una scelta responsabile che come abbiamo visto, ha un impatto positivo sulle persone e sull’ambiente. Noi di PaniereBio abbiamo fatto nostra questa filosofia produttiva e commerciale, cercando di proporre un modello innovativo e sostenibile di fare azienda agricola.

Visita il nostro e-commerce e tra le altre cose scopri alcune bontà uniche nel loro genere. Facendo base in Sicilia infatti proponiamo arance biologiche della migliore qualità e avocadi di Sicilia.